Un popolo variegato in vacanza sceglie yoga, teatro, danza…

18.06.06
Corriere della sera
Corsi: un popolo variegato in vacanza sceglie yoga, teatro, danza… – Ida Bozzi

Cultura & Tempo Libero

Corsi/ Un popolo variegato in vacanza sceglie yoga, teatro, danza…
Noi, «guru» dell’estate
Jodorowsky e Jacopo Fo: «La gente cerca relax e spiritualità »

In vacanza per imparare, studiare, conoscere. Dedicarsi per quattro, sei,
otto ore al giorno alle proprie passioni, quelle che in città chiamiamo
con disinvoltura «hobby» e nascondono magari qualcosa di più. Oppure
andare alla ricerca degli aspetti più profondi di sé, trascurati o solo intravisti durante l’anno: la spiritualità, le radici. Sono molti i milanesi che frequentano i seminari residenziali estivi, cioè con soggiorno in una località di villeggiatura o comunque fuoriporta, e molte sono le scuole di Milano che organizzano lezioni in trasferta di yoga, pratiche orientali , cabala, teatro, scrittura, danza. Ma il fenomeno è diffuso, non solo milanese: abbiamo chiesto a due noti maestri di spiegarci «come funziona», e che cosa cerca il popolo dei «corsisti».
«Qui viene l’operatore di call center di Milano come lo scaricatore di porto di Genova, lo studente o il professionista» spiega Jacopo Fo, che anima la Libera Università di Alcatraz (vedi box), dove 50 mila persone hanno seguito in 25 anni le attività di yoga, danza e così via. Lo stesso vale per un altro maestro famoso, Cristobal Jodorowsky, attore e regista, che ha approfondito il lavoro sulla psicomagia e lo psicosciamanesimo del padre Alejandro, e tiene seminari in tutto il mondo, anche in Italia.
Dice Jodorowsky: «Sono persone di tutti i generi, il venditore di panini e il giovane universitario, oppure la donna di casa: sono curiosi oppure cercano qualcosa». Continua Fo: «I motivi sono diversi: gente che entra in crisi o che arriva da una delusione d’amore, chi cerca un break, famiglie in ferie, gente da sola. Sanno che noi offriamo qualcosa di più di una vacanza. Siamo tra parchi e bosco, c’è la cucina casalinga. E la gente ha la capacità di abbandonare certi schemi di vita nel giro di tre ore: ecco, qui nessuno ti chiede se sei firmato o no».
Ma come si svolge la giornata del «corsista»? Quante ore si devono dedicare al corso, quante al riposo? «C’è chi si rilassa in piscina, c’è chi fa tutto – risponde Fo – noi offriamo sette ore di attività al giorno, se si vuol partecipare si partecipa. All’inizio, tengo una lezione in cui spiego quel che facciamo qui e già comincio a insegnare piccole cose. Per esempio, l’impostazione della voce, nella vita si capisce se una persona è timida o no anche solo dal modo in cui parla. Nessun obbligo, ma questa filosofia semplice, del “se sorridi va un po’ meglio”. E qui sono nate amicizie, matrimoni, e bambini…».
Ciò che non manca mai nei seminari, al di là delle diverse pratiche, è questo: luoghi ameni per rilassarsi, momenti conviviali tra pranzi, spettacoli e feste serali, e persone simili. In comune però c’è anche un’altra cosa. Come conclude Jodorowsky: «Queste persone cercano quello che cerchi tu. lo affronto diversi temi, ma ciò che si fa nei miei seminari è un percorso. C’è una parte più teorica, con la presa di coscienza di ognuno, che può essere anche una crisi, ma una crisi positiva, come una trasformazione. Poi ci sono i seminari esperienziali: la persona fa la strada dell’eroe. Tecniche della tradizione, metodi antichi: tutto per scoprire le dimensioni dimenticate di, ogni persona. lo dico: non posso farlo per te. E rendersi responsabili di se stessi, far affiorare una dimensione di creatività . Come bruchi che diventano farfalle».

Le occasioni
Da Pisa a Milazzo, sciamani e ballerini

Un’estate di seminari al mare e in montagna: il prezzo include, in genere, alloggio e attività, escluso il viaggio. Tra i centri sempre attivi, l’Alcatraz di Jacopo Fo a S. Cristina di Gubbio (Pg): fra le attività (alcune comprese nel prezzo, altre a parte), yoga demenziale, danza, tai chi, cucina (al giorno 60 90 euro in bassa stagione e fino a 110 euro in agosto, tel. 075.92.29.911 o 075.92.29.938). Il Teatro del Montevaso a Chianni (Pi) ha invitato Cristobal Jodorowsky per il seminario di yoga e sciamanesimo (5-10 luglio, 10-15 luglio, 17-22 luglio), Enya Idda per la scultura (22-28 luglio), Giuseppe Bezza per il corso di astrologia (22-28 luglio) e infine Tapa Sudana per il teatro (22-27 agosto). Prezzi da 350 a 550 euro, tel. 0587.64.76.17 o 333.85.92.986.
Anche le scuole milanesi si spostano per trovare relax o concentrazione nella natura. Qualche esempio: Mohole propone «Contare storie 2006», laboratori di pratica teatrale e narrazione a Trani dal 5 al 13 agosto, in una residenza sul mare (900 euro, tel. 02.36.51.36.70). In Val di Chiana, a Villa Scheggia vicino a Gubbio, si studiano scrittura e recitazione nel seminario II teatro dell’amore di Bartleby Factory, dal 29 luglio al 2 agosto, con Giampaolo Spinato (500 euro, tess. 15 euro, tel. 347.01.05.286).
Cinque i seminari di recitazione organizzati da Teatri Possibili, da quello in Svizzera dall’1 all’8 luglio fino a quello di Numana dal 3 al 10 settembre (540 euro ciascuno, tel. 02.83.23.182 e 02.45.49.03.85). Dedicato all’antica cabala il seminario «La via all’Albero della vita», dal 14 al 18 agosto a Pieve di Romena in Casentino (Arezzo), con il cabalista Nadav Eliahu Crivelli (Scuola La sapienza della verità , tel. 02.84.67.272).
Settimane di yoga in Toscana col Centro yoga Bhadra, che propone a Magliano settimane di pratica e corsi con Beatrice Calcagno, dal 6 al 12 agosto o dal 13 al 19 agosto (410 euro, più 240 euro per il corso, 25 euro tess., tel. 02.34.79.39). Danza latina, infine, per i maniaci della salsa: spettacoli, danze e stage a Milazzo in salsa

© 2006, Admin. All rights reserved.