Scrivere (per) il teatro oggi – 3

Nell’ambito di “Incontri Ravvicinati” 2005

Mercoledì 1 giugno, ore 18.30
al Teatro Litta
Boccascenacafè
Corso Magenta, 24 – Milano

Giampaolo Spinato incontra Renata Ciaravino, Roberto Traverso e Luca Scarlini.

Presentazione

Cosa significa scrivere (per) il teatro oggi? Con quale pensiero si può preparare e accompagnare quel gesto? Con quale progetto? Ricevendone in cambio quale esperienza? Sono alcune delle domande che rivolgeremo agli ospiti di questo ciclo di incontri con cui vorrei esplorare uno spazio informale, non esaustivo ma autentico, di confronto. Incontri nel vero senso della parola, in cui chi lavora alle possibili scritture del teatro, possa rendersi reciprocamente partecipe delle proprie visioni o delle proprie febbri, dei propri percorsi, delle scoperte e dei disincanti, di tutto ciò che, intimamente, motiva e guida il gesto dello scrivere. Provando dunque a nominare le forme, il progetto e l’aspirazione che questo lavoro ha per ciascuno. Anche con exempla, citazioni, brani o letture che, insieme ai pre e ai paratesti, alle teorie e al disegno originale evocato dal contributo di ognuno consentano al pubblico una partecipazione diversa da quella della rappresentazione, ma anche da quella consuetudinaria dei convegni sul tema. Per sperimentare, fra le altre cose, in un contesto di ascolto e di scambio, anche serrato o polarizzato nelle singole esperienze e visioni, la possibilità di comunicarsi sensi e non, o non solo proclami, significati e non, non solo, poetiche. Provare cioè a parlare di cose, sentimenti, percorsi, ragioni, cicatrici, euforie, sbandamenti e quant’altro innerva la spinta, la necessità dello scrivere. Tentando di ricavarne, magari, qua e là, senza gessi accademici, anche prospettive e opinioni sulle possibilità spalancate (e, perché no, messe in ombra, dimenticate, anche occluse) al futuro del teatro e della sua scrittura dalle trasformazioni, gli shock o le sclerosi che negli ultimi decenni, nella tensione (e reciproca conoscenza) fra ricerca e tradizione, ne hanno (ri)configurato canoni, generi e convenzioni.

Ingresso libero
Informazioni allo 028055882
palazzolitta@teatrolitta.it
www.teatrolitta.it

in collaborazione con:

© 2005, Admin. All rights reserved.