Scrivere al tempo del Web

All’ennesima potenza

domande e risposte, in forma interrogativo-enciclopedica,
su un gesto e il suo mondo di corrispondenze fantasmatiche e reali, entrambe assai concrete

:::

Perché scrivere sul Web?

  • Per esserci?
  • E dove, come, com’è, cioè: vi è qualcuno qui, sì?
  • Chi?
  • Perché ormai ce l’hanno tutti?
  • Perché ormai lo fanno tutti?
  • Perché se no sei fuori?
  • Per comunicare?………………………….[oddio: “che mondo sarebbe…?”]
  • Cosa, a chi?
  • Comunione o comunicazione?
  • Torta o salame?
  • Caffè o tè?
  • Latte, biscotti, camille?
  • Per farsi conoscere?
  • Per far sapere che ci 6?
  • E c6, ci sei, sei, o ci fai?
  • Per non far sapere ki 6 dicendo quel che vuoi?………………………….[a propò di nick & fake]
  • Per soddisfare un bisogno narcisistico?
  • Per soddisfare un bisogno emotivo?
  • Sapresti dirti di volta in volta quale?
  • Affetto, Sesso, Solitudine, Vuoto, Rabbia, Invidia, Livore, Rancore, Calore, Entusiasmo, Euforia, periodici attacchi di Megalomania, Insoddisfazione per il regime fiscale………………………….?[spazio-questionario da riempire mentalmente]
  • Per scambiare opinioni?………………………….[illusione alquanto degenerativa
  • meglio non pretendere di essere esaustivi…]

  • Per scambiare messaggi in codice?……[io ti linko, tu mi citi, io ti tu mi ti vi ti…]
  • Proprio come fanno i recensori dei grandi quotidiani che ti fan cagare?
  • Per scambiare messaggi in codice?………………………….[$&Alt;grav= > Sigun < *§@WhalK%]
  • Proprio come fanno gli “scrivani” dagli editoriali deputati?
  • Per scambiare messaggi in codice?
  • Non mi dire: come i terroristi, i criminali, le polizie di stati democratici e tutti gli estensori di comunicazioni riservate di fonti governative?
  • Per sostenere pubblicamente le tue tesi?
  • Di che tesi parli?
  • Hai delle tesi?
  • Di che pubblico parli?
  • A che pubblico parli?
  • Ce l’hai o te lo crei?
  • Ne hai visione statistica o cognizione fisico-emotiva?
  • Ci scopi magari?
  • Scrivendo(ci) o in biblica accezione?
  • Scrivi per corrispondenza?
  • Tieni una corrispondenza?
  • Hai una rubrica riservata per il travertino o per la figa?
  • Per volare alto?
  • Per volare basso?
  • Perché è popolare come il “nuovo cinema italiano”?
  • Perché è interattivo come un peto?
  • Per pura autocertificazione d’esistenza?
  • Quanto paghi le notizie su ogni membro [in tutti i sensi] del tuo pubblico?
  • Allora, hai il grano?
  • Sei un’impresa, un impresario?
  • Vieni qui per vendere la roba?
  • Il tuo pusher è il tuo provider o sei tu il suo server?
  • Scrivi per non scrivere davvero?
  • Per potere credere di farlo?
  • Per riuscire a smettere di farlo?
  • Perché ne hai paura?
  • Perché il naufragar m’è dolce in questo mare?
  • Perché un altro scrivere costa fatica?
  • Ce n’è più di uno allora?
  • E non si conciliano l’un l’altro [qualche d’uno]?
  • Scrivi perché non ti pubblica nessuno?
  • Perché vaffanculo il mondo che non ha capito che sei un genio?
  • Perché “no, così com’è il sistema, fa cagare”?
  • Perché gli editori sono stronzi e tu sei un’incompreso?
  • Perché sei uno scrittore?
  • Perché lo sei diventato?
  • Lo vuoi diventare?
  • Sei scrittore perché scrivi nella rete o vici [wc] scrivi essendo tale?
  • Per divertimento?
  • Per esperimento?
  • Perché sei un buontempone?
  • Per pontificare?
  • Per rifare il verso all’editoriale?
  • Perché, sarà pure un’illusione, ma ti fa star bene?
  • Per potere controllare?
  • Per non dire?
  • Non voler “guardare”?
  • Non hai un cazzo mai da fare?
  • Per potere mettere giù “cazzo” e “figa”, “pane al pane”, come si conviene, e magari anche bestemmiare senza che il tuo caporedattore possa intervenire?
  • Perché finalmente sei spregiudicato e ti puoi permettere di dire “viva la patonza” e “voglio il piseeello!”, come avresti tanto fatto ai tempi, dentro i cessi, a scuola, in discoteca o sull’Intercity con la riduzione under 26 per tutta Europa, se non fossi stato imprigionato nell’immagine di bimbo/a contenuta in Oro Saiwa?
  • Perché finalmente trovi di poterti esprimere?………………………….[incurabile]
  • Perché sai cosa dire?
  • Perché si può fare senza dire niente?
  • Perché non farlo? [janex]
  • Perché non ho niente di meglio?
  • Piuttosto che niente è meglio piuttosto? [joseph]
  • Scrivo sul web per imparare. leggendo gli altri, scrutando i sentimenti e le emozioni altrui e quelle che queste trasmettono a me. E ho imparato tanto. soprattutto dagli altri. Sul web si cresce, si matura, e lo si fa più in fretta, rispetto alla realtà. Sul web, tutto è più accelerato… il tempo, è davvero relativo. [i.]
  • c’è una i. che non sono io – bene, siamo due. Io non scrivo sul web. Io, e questo non è nuovo per chi mi sa da prima che il web nascesse, scrivo AL web. Perché non lo so, ci devo ancora pensare. Forse una questione teologica. [I.]
  • …………………………………………………………………………………

Dimmi,
perché (e come)
scrivi nella Rete?

(29.10.03)
Se ne parla anche su Il Log Semantico

© 2004 – 2017, Admin. All rights reserved.