La svenevole finzione di Orlando a favore degli “Esclusi”