TEATRO

IL TEATRO di Giampaolo Spinato

Giampaolo SpinatoGiampaolo Spinato (Milano, 1960). Scrittore, giornalista freelance e docente universitario, ha fondato Bartleby – Pratiche della Scrittura e della Lettura.

ALLESTIMENTI

INEDITI


(more…)

Compagnie, attori, registi e operatori che desiderino consultare i testi rappresentati o gli inediti possono farne richiesta scrivendo a Giampaolo Spinato

 

[Rassegne Stampa] – [Pubblicazioni]

 

Teatro

Riconoscimenti (teatrali)

  • 2018: Amici e nemici, Premio Inedito – Colline di Torino, XVII Edizione, Sezione Testo Teatrale

  • 2015: idoneo alla direzione della Scuola di Teatro Paolo Grassi

  • 2013: Fuck Me(n). Studi sull’evoluzione del genere maschile, Miglior Monologo Premio Giovani Realtà del Teatro, Udine

  • 2010: è inserito nell’elenco degli idonei per l’assegnazione dell’incarico di Direttore della Scuola D’arte Drammatica “Paolo Grassi di Milano

  • 2008: Premio Isimbardi della Provincia di Milano nella Giornata della Riconoscenza.

  • 2005: L’assoluto innaturale – Il Dio Bambino, drammaturgia originale con mise en espace a cura di Bartleby Factory, è selezionato per la semifinale del Premio Dante Cappelletti (Castiglioncello)

  • 2002: insieme al gruppo milanese di “Città in Condominio” riceve al Teatro Litta il Premio Hystrio per la drammaturgia assegnato a Scrittori per la pace

  • 2001: B. è candidato, in finale, al Premio Riccione per il Teatro, e riceve la segnalazione della giuria

  • 1984: targa d’oro del comune di Paderno Dugnano (Mi) per la tournèe di L’Anniversario e L’Orso di Anton Checov, spettacolo con cui si diploma presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica “Piccolo Teatro di Milano”

    [Vedi anche Rassegne StampaPubblicazioni]

Studi, reading e allestimenti

  • Gli oggetti di alcuni fraintendimenti grandiosi, con gli allievi dell’Istituto Tecnico Commerciale A. Capitini di Agliana, Pistoia, Teatro Manzoni, 19 aprile 2005 (studio)

  • II IN – Che Classe!, di e con gli allievi dell’Istituto Pacinotti, Pistoia, Sala Gramsci, 20 aprile 2005 (studio-dimostrazione)

  • IC IGEA, di e con gli allievi dell’Istituto Pacini, Pistoia, Sala Gramsci, 13 maggio 2004 (dimostrazione pubblica)

  • II FN, di e con gli allievi dell’Istituto Pacinotti, Pistoia, Sala Gramsci, 12 maggio 2004 (spettacolo-dimostrazione)

  • Blu, Milano, Palazzo della Triennale, luglio 2005

  • Painful Business, Milano, Teatro Out Off, 29 marzo 2004, (studio)

  • God Bless America, Milano, Teatro Verdi, 15 febbraio 2003 (reading)

  • L’anniversario e L’orso, di Anton Cechov, Scuola d’arte drammatica “Piccolo Teatro di Milano”, Sala Azzurra, 1984

  • La stanza, di Harold Pinter, Scuola d’arte drammatica “Piccolo Teatro di Milano”, 1983

    [Vedi anche Rassegne StampaPubblicazioni]

Inediti

L’ASSOLUTO INNATURALE
(il Dio bambino)

Sinossi

Tre figure di credito onirico in un infetto e incalzante spurgare di sensi:

  • Il Vecchio: grottesca degenerazione dell’essere che scava tabù e verità non dicibili intorno all’amore, la morte, la generazione.
  • Il Ragazzo: euforia vitalistica muscolare e demente si illude di aprirsi dei varchi nello spessore di geroglifici-segni in cui sono murati.
  • La Ragazza: dapprima evocata, poi temuta, blandita, è la forma compiuta, tatuata, dell’Accoglienza; notevole senso dell’humour.

Info

  • Personaggi maschili: 2
  • Personaggi femminili: 1
  • Interpreti: 3
  • Premi: semifinalista al Premio “Dante Cappelletti” 2005
  • Testo tutelato Siae

email: giampaolo.spinato[@]gmail.com

 

AMICI E NEMICI

1° PREMIO SEZIONE TESTO TEATRALE XVII EDIZIONE PREMIO INEDITO – COLLINE DI TORINO 2018

Sinossi

La mattina del 16 marzo 1978, in via Fani, a Roma, un commando brigatista sequestra il Pre­sidente del par­tito di maggioranza relativa e fa strage della scorta. Per 55 giorni il Pae­se segue con angoscia e sentimenti contrapposti l’evolversi degli even­ti. Accanto ai fatti manifesti, dall’immediato, in­transigente compatta­men­to del Parlamento e dei partiti, all’alternarsi di plateali, falsi allarmi con stravaganti e vane attività in­ve­sti­gative, si dipa­na una sottile, fitta trama di eventi drammatici di vaste e forse ancora non del tutto dicibili impli­ca­zio­ni. Uno degli apparte­nenti al gruppo di fuoco (Sebastiano, nome di battaglia ‘Co­man­dan­te Leto’), rimasto fe­ri­to nell’aggua­to, è a sua volta fatto prigioniero da un esponente dell’eversione neo­fa­sci­sta. Significative coin­ci­denze apparentano drammi personali e collettivi durante i due se­questri paral­le­li. Il rapimento dello sta­ti­sta sarà teatro di manovre ricattatorie e ciniche per il potere. L’al­tro, quello del “ri­vo­luzionario” ostag­gio del “terrorista ne­ro”, farneticante e inaffidabile braccio armato di poteri occulti che cercano di perpetuarsi con la strategia della tensione, ver­rà cancellato dalla storia assieme ai suoi protagonisti.

Info

  • Personaggi: 100 e più
  • Interpreti indispensabili: 4 più coro, di cui necessariamente 1 femminile e 3 maschili
  • Trasposizione in parte dell’originale Amici e nemici [romanzo], prima fiction letteraria in cui si trasfigura il “caso Moro”, long-seller di riferimento anche per la recente ondata di studi sulla materia in Italia e all’estero (cfr. repertorio bibliografico)
  • Testo tutelato Siae

email: giampaolo.spinato[@]gmail.com

 

PERCHE’ (E COME) HO UCCISO IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Senza rischiare l’arresto, migliorando anzi il mio Stato

Sinossi

Solenne discorso parlamentare. L’oratore si rivolge all’assemblea dei rappresentanti del popolo eletti e attraverso di loro all’intero Paese. Il bersaglio della requisitoria: il Presidente del Consiglio incaricato. Ma nell’ordine protocollare e forbito di una prosa “da Statista” si insinuano via via sempre più detonanti e slabbrate invettiva, furia profetica e disperazione. Il “qui e ora” del sacrificio ritualizzato dalla Parola è realizzato penetrando senza vergogna inconfessabili istinti primordiali ma anche le fertili dinamiche di uno spazio simbolico – aggredito e ne­gato dall’Ideologia, dal dover essere e da ogni autoritarismo – unico luogo dove dolore e rabbia trovano autentica, inaspettata possibilità di trasformazione.

 

Info

  • Personaggi: 1 (maschile o femminile)
  • Testo tutelato Siae

email: giampaolo.spinato[@]gmail.com