[Dicono di Bartleby] Bdo


Scritture e Rappresentazioni, Verona (soggiorno GRESNER Caprino Veronese, VR), 8-9 settembre 2007


di Boccuccia D’Oro

Trasfigurazione del corso di teatro tenuto a Verona 8 e 9 settembre 2007 da Spinato

Vogliamo raccontarvi cosa è accaduto ma soprattutto cosa potrebbe accadere ad un corso tenuto da Spinato.

Vi troverete a conoscere un essere dalle sembianze umane ma che nasconde un’altra identità : tutte le volte che parla di teatro lo vedete accovacciarsi su se stesso e prendere la forma di una sfera, dalla sua epidermide spuntare lunghi aculei che sputa ovunque come fossero luci diffuse da sfere luminose da discoteca.

Entrati nella sala, i partecipanti si dislocarono a semicerchio di fronte a lui, restando inermi, senza difesa alcuna, ignari delle spinate che di lì a poco la sfera avrebbero lanciato come proiettili contro di loro…

In tutto eravamo in 9 c’era SCUDO SPAZIALE, OCCHIO, FIORELLINA, BOCCUCCIA D’ORO, EMMENTAL, ENCICLOPEDIATEATRALE, MITRAGLIETTA, SPINACINO JR. e FUSTO.

         SFERA SPINATA

Scudo Spaziale                                                                                         Fusto

               Occhio                                                                       Spinacio Jr

                   Fiorellina                                                     Mitraglietta

                            Boccuccia d’oro                Enciclopediateatrale

             Emmental

Ognuno ha vissuto la sua trasfigurazione:

SCUDO SPAZIALE:
Fortuna per lei non corse alcun pericolo, fu l’unica che seppe resistere alle continue spinate della sfera la quale, indignata, sferrò un ultimo tentativo di attacco. Davanti ai nostri occhi, il miracolo: Si moltiplicò in molte sfere fino ad accerchiarla e la mitragliò ovunque, alla ricerca di un tallone d’Achille. Ma nulla, era invincibile!

OCCHIO:
E’ il pioniere del corso. Aveva deciso volontariamente di essere colpito. Iniziò a far cenni d’intesa alla sfera sbattendo le folte ciglia: “Colpiscimi! Non so se far ridere o piangere!” La sfera spinata prese la mira, fece ondeggiare il culetto e.. sparò delle spine che lo centrarono in pieno.
Dolorante, Occhio barcollò nel buio più totale per alcune ore. Iniziò ad estrarne una ad una ma, ormai contagiato, nella sua mente si delineò un grosso “conflitto” che lo accompagnò per tutto il corso e anche oltre….

FIORELLINA:
Si presentò con l’ alone rosa tipico degli innamorati. Tutte le spinate scagliate verso di lei, al contatto con tale alone, si trasformavano in fiorellini gialli profumatissimi coi quali si ornava il capo. Al termine, considerando che il corso era stato pagato, decise di prendere quanto le spettava. Senza paura si diresse verso la sfera e le strappò solo le spinate che le sarebbero servite e con cura le ripose nei suoi scritti.

BOCCUCCIA D’ORO
Si aprocciò fiduciosa all’incontro ma appena venne a contatto con la polvere spinata che girava nell’aria le sue labbra si colorarono d’ arancio mentre la lingua divenne biforcuta e prese lentamente una colorazione verde.
Stava per fare una linguaccia quando arrivò dritta dritta una spinata che non la fece più parlare e si vide il formarsi di una nuvoletta color arcobaleno. Pian piano la spina si sciolse come un gelato.. la nuvoletta sparì allora la sfera spinata ne sparò un’altra e un’altra ancora…. Boccuccia d’oro iniziò a masticare.. masticare… masticare e a tutt’oggi non ha ancora smesso.

EMMENTAL
Pensava di essere in gita di piacere. Invece si trovò sotto un cielo di spinate cadenti. Quando ne vedeva una arrivare verso di lei si posizionava in modo che la spinata passasse attraverso uno dei suoi buchi. Inizialmente la sua tattica di difesa funzionò, ma alla fine , stremata, capì che la spinata era inevitabile. Così si arrese. E dove decise di farsi colpire, la maiala? Proprio lì. La spinata arrivò dritta come un fuso centrando proprio quel “buchetto” . Ora assomiglia più a un gorgonzola con la goccia.

ENCICLOPEDIA TEATRALE

Sperava di salvarsi dagli attacchi spinati, ma appena voltava pagina, la sfera spinata rullava sui fogli trafiggendoli come una forella lasciando ricadere a terra solo coriandoli. Lei, con aria dotta, li raccolse uno ad uno e se li riportò a casa. Con la colla sta ancora cercando di ricostruire la sequenza alfabetica.

MITRAGLIETTA
Chiamata a leggere ad alta voce il suo testo le uscirono parole a mitraglietta. Disturbata all’udito, la sfera spinata iniziò a rimbalzare da una parete all’altra finchè la colpì dritta alla sicura.
Dopo qualche giorno la spinata iniziò a fare effetto. Si narra che di notte si alzi e davanti allo specchio faccia esercizi fonetici: Aaaaa – Eeeee – Iiiiii – Oooooo -Uuuuuuuuuuuuuuuuuuuu… e che i vicini di casa, destati da tali mugolii, allarmati, chiamino in continuazione il 113 pensando sia vittima di un maniaco.

SPINACINO JR.
Superstite dello Spinato Master, seguiva, preoccupato, i sobbalzi della sfera spinata. Memore della passata esperienza cercava di limitare l’imprevedibilità della sfera: come uno spinacino lesso supplicava gli altri partecipanti a non farla arrabbiare, ad ascoltare, a capire..
Nonostante ciò le spinate saettavano ovunque, colpendo chiunque. Lui se ne beccò tre al coppino: resterà a capo chino fino alla prossima prova.

FUSTO
Fusto ha spalle larghe ma dai suoi rami non è ancora germogliata la natura della sua fantasia. La perfida sfera lo ha colpito proprio alle spalle. Il peggio è che lui non se ne è ancora accorto. Gira per Verona ignaro delle spinate che lo accompagnano. Deve stare attento, corre il rischio di esser venduto quale legno pregiato con intarsio incorporato.

SFERA SPINATA
Ma secondo voi, uno così, da chi sarà mai stato spinato?


COMMENTI


30.09.07 10.11

A capo chino, certo, ma con stile

spinacino jr


© 2007, Admin. All rights reserved.