Bersaglio immobile, marcio capitale

Bersaglio immobile, marcio capitale

Alla notizia che nella sentenza di primo grado del processo noto alle cronache come “Mafia Capitale” non v’è traccia del reato di associazione mafiosa è seguito un certo scompiglio dovuto, in prevalenza, al sospiro di sollievo malcelato dei compagni di partito di chi, dai ranghi della politica romana, non si è sottratto alla criminale corrutela messa a fuoco dal dibattimento. 

E così, immobile, ieratico, il partito più inquisito, che si dice democratico, affida in televisione arrampicate sugli specchi a volonterosi portavoce per spiegare a quali vette irraggiungibili si collochi la nostra legge, la stessa che ha consentito di depennare la parola “mafia” dal processo.  

Ma, infine, che volete, si sa com’è questo Paese: si parla, spesso, proprio per non dire. 

© 2017, admin. All rights reserved.